Crea sito

Associazione CONTRIBUENTEWEB

Viale Michelangelo n. 33 - 71121 FOGGIA [email protected]


La CTR del Molise aveva evidenziato in modo ineccepibile che la sentenza su cui si era formato il giudicato aveva ad oggetto una iscrizione ipotecaria, il cui atto presupposto era costituito dalla stessa cartella esattoriale precedente l’intimazione di pagamento impugnata nel presente ricorso, e che la nullità dell’iscrizione ipotecaria era stata dichiarata previo accertamento della mancata notifica al contribuente di...

Read More

La società contribuente proponeva ricorso avverso la cartella di pagamento emessa dall’Agenzia delle Entrate di Bari per gli anni 2009 e 2010 ex art. 36-bis DPR 600/1973 e art. 54bis DPR 633/1972, non contestando la debenza dei tributi, ma chiedendo la disapplicazione delle sanzioni e degli interessi moratori poiché che il mancato pagamento era avvenuto per una causa di forza maggiore. La Commissione Tributaria Provinciale di...

Read More

Il fermo amministrativo è nullo se non è proporzionato al valore del debito tributario. La CTP di Nuoro dichiarava in parte il difetto di giurisdizione in relazione alle poste azionate di natura non tributaria e in parte accoglieva il ricorso proposto dal contribuente avverso un fermo amministrativo scaturente da 13 cartelle di pagamento. Accoglieva , in parte qua, le doglianze del contribuente ed annullava il fermo amministrativo....

Read More

Impugnazione Preavviso Fermo : la CTP deve pronunciarsi sulla prescrizione anche se viene fornita prova notifica cartelle sottese. Il motivo è manifestamente fondato nella parte in cui la contribuente lamenta l’omessa pronuncia, laddove, pur a seguito della rilevata corretta notifica delle cartelle, la Commissione Tributaria ha comunque omesso di pronunciarsi sull’eccezione di prescrizione dei crediti portati dalle...

Read More

In riforma della sentenza di primo grado, si deve dichiarare la nullità dell’avviso accertamento ICI gravato per il fatto che lo stesso è stato adottato dall’Ufficio senza che quest’ultimo abbia previamente instaurato il necessario contraddittorio endoprocedimentale – principio del contraddittorio da ritenere immanente nell’ordinamento giuridico nonché a presidio di valori costituzionalmente tutelati...

Read More

Il problema era stato dalla società contribuente posto sotto il diverso profilo – ex art.7 comma 5 DLGS 546/1992 – della illegittimità della delibera Tarsu quale condizione necessaria e sufficiente per la sua disapplicazione in via incidentale da parte del giudice tributario. Il potere-dovere di quest’ultimo di disapplicare gli atti amministrativi costituenti il presupposto dell’imposizione è espressione del...

Read More

Questa Corte ritiene che la contestazione di conformità agli originali degli atti di notifica — che non necessita di particolari formule o di specificità ad hoc — può consistere anche, implicitamente ma inequivocamente, nella richiesta, diretta al giudice, di ordinare al concessionario l’esibizione o la produzione in giudizio degli originali di tali atti, e segnatamente dell’originale dell’avviso di ricevimento. Ciò...

Read More

La ricorrente Regione Emilia Romagna assume di avere promosso l’azione per il recupero del Bollo auto entro il terzo anno successivo a quello in cui doveva essere effettuato il pagamento (anno 2003), avendo provveduto all’adozione entro il 31/12/2006 del provvedimento definitivo di iscrizione a ruolo del tributo evaso, e che da tale data, quella del 7/11/2006, risulta essere stata anche tempestivamente notificata la...

Read More

Contributo consortile ed onere probatorio pretesa impositiva. In tema di pagamento della quota consortile e di bonifica l’onere di provare i fatti costitutivi della pretesa impositiva , e tra questi l’esistenza del beneficio dipendente dalla bonifica, incombe all’Ente impositore e, pertanto, se contestato, come nella fattispecie, detto benefico va provato indiscutibilmente da parte del consorzio di bonifica. Fermo...

Read More

Obbligo nuova iscrizione a ruolo a seguito annullamento parziale dell’atto impositivo. Quando un atto impositivo (avviso di accertamento, avviso di liquidazione ecc.) viene annullato parzialmente dal giudice tributario, ovvero quando viene ridotto l’importo accertato o liquidato in origine, la precedente iscrizione a ruolo, effettuata in base all’atto impositivo stesso, perde legittimità e la relativa cartella...

Read More