Crea sito

Associazione CONTRIBUENTEWEB

Viale Michelangelo n. 33 - 71121 FOGGIA [email protected]


L’ Agenzia delle entrate-Riscossione ha depositato una sorta di stampa riassuntiva dello stato dei crediti e dei debiti del contribuente. In pratica, ha stampato quanto risulta a video e, anziché depositare gli atti cui il riassunto video si riferisce, ha prodotto in giudizio unicamente la stampa della ” videata “. Tale atto, in quanto elenco interno di natura riassuntiva, non costituisce prova alcuna dell’ avvenuta notifica dell’...

Read More

CONSOLIDATO FISCALE: LA SOCIETÀ CONSOLIDATA NON HA ALCUN VANTAGGIO FISCALE NELLA DEDUZIONE DEL COSTO RINVENUTO DALLA SOCIETÀ CONSOLIDATA. La Commissione Tributaria Regionale di Palermo, sentenza n. 6600/01/2019, pronunciata il 16/10/2019 e depositata in segreteria il 13/11/2019, ha accolto l’appello principale della società contribuente e rigettato l’appello incidentale dell’Agenzia delle Entrate, avverso la sentenza...

Read More

Nessuna sanzione amministrativa può essere applicata nel caso di circolazione con veicolo sottoposto a fermo fiscale. Ciò lo si ricava dal combinato disposto degli articoli 86 comma 3 DPR 602/1973 e 214 comma 8 Codice della Strada. Infatti, nella procedura di fermo esattoriale non c’è nomina di un custode, con la conseguenza che la nuova sanzione prevista dall’ art. 214 comma 8 non trova più applicazione nei confronti di chiunque...

Read More

Risulta fondata l’eccezione del ricorrente in merito alla necessità che l’ Ingiunzione di pagamento sia munita del visto di esecutorietà del funzionario comunale responsabile, che nella fattispecie non è stato apposto, determinando l’inesistenza dell’ Ingiunzione di pagamento. L’apposizione del visto è prevista dall’articolo 52 comma 5 DLGS 446/1997, che recita : il visto di esecutività sui ruoli...

Read More

In linea generale e di principio va ribadito che il contribuente può impugnare, con l’estratto di ruolo, il ruolo e la cartella di pagamento che non siano mai stati notificati, non essendo a ciò di ostacolo il disposto dell’art. 19 comma 3 DLGS 546/1992, perché una lettura costituzionalmente orientata impone di ritenere che la previsione, ivi contenuta, dell’impugnabilità dell’atto precedente non notificato...

Read More

In materia tributaria, non costituisce acquiescenza, da parte del contribuente, l’aver chiesto ed ottenuto, senza alcuna riserva, la rateizzazione degli importi indicati nella cartella di pagamento, atteso che non può attribuirsi al puro e semplice riconoscimento d’essere tenuto al pagamento di un tributo, contenuto in atti della procedura di accertamento e di riscossione (denunce, adesioni, pagamenti, domande di...

Read More

La CTP di Messina ha ritenuto esistente la prova della notifica della cartella sulla base delle fotocopie delle interrogazioni cartelle prodotte dalla SERIT Sicilia, in cui vi era l’annotazione notifica avvenuta. Ritiene il Collegio che al fine di ritenere avvenuta la notifica della cartella avrebbe dovuto essere prodotta la fotocopia dell’avviso di ricevimento della cartella, che è l’unico documento attestante il...

Read More

Infondato l’accertamento con cui l’  Ufficio attribuisce  discrezionalmente e senza prove i componenti positivi di reddito. La Commissione Tributaria Regionale della Toscana conferma l’infondatezza degli avvisi di accertamento con cui l’Agenzia delle Entrate aveva discrezionalmente attribuito componenti di reddito ad una società inattiva, senza alcuna prova concreta, senza collegamento e/o supporto normativo....

Read More

In tema di riscossione di crediti mediante iscrizione a ruolo, deve escludersi la configurabilità di un litisconsorzio necessario tra l’ente creditore ed il concessionario del servizio di riscossione qualora il giudizio sia promosso da quest’ultimo o nei confronti dello stesso, non assumendo a tal fine alcun rilievo che la domanda abbia ad oggetto, non la regolarità o la ritualità degli atti esecutivi, ma l’esistenza...

Read More