Crea sito

CTR Abruzzo : prescrizione quinquennale diritti camerali.

Posted By contribuenteweb on Mag 18, 2018 |


CTR Abruzzo : prescrizione quinquennale diritti camerali.

Il nucleo centrale della controversia attiene alla valutazione del termine di prescrizione dei diritti camerali.

Va ricordato sul punto l’orientamento espresso da Cassazione Sezioni Unite 23397/2016, secondo il quale:

è di applicazione generale il principio secondo il quale la scadenza del termine perentorio stabilito per opporsi o impugnare un atto di riscossione mediante ruolo o comunque di riscossione coattiva produce soltanto l’effetto sostanziale della irretrattabilità del credito ma non determina anche l’effetto della “conversione” del termine di prescrizione breve eventualmente previsto in quello ordinario decennale, ai sensi dell’art. 2953 codice civile.”

Invero la pronuncia non innova sul termine della durata della prescrizione, poiché si tratta di comprendere se, con riferimento al singolo tributo o tassa posti in riscossione, sia prevista o meno una prescrizione sostanziale più breve di quella ordinaria decennale di cui all’art.2946 codice civile.

I diritti camerali scontano una prescrizione quinquennale.

Ritiene questa commissione che i diritti camerali siano elementi strutturali di un rapporto sinallagmatico caratterizzato da una causa debendi di tipo continuativo suscettibile di adempimento solo con decorso del tempo in relazione al quale l’utente è tenuto ad una erogazione periodica, dipendente dal prolungarsi sul piano temporale della prestazione erogata dall’ente impositore, o del beneficio dallo stesso concesso.

Il diritto camerale annuale rientrerebbe in tali tipologie di tributo a prescrizione quinquennale, in quanto, sul presupposto della mera iscrizione dell’impresa nel registro delle imprese, deve essere versato annualmente ed in un’unica soluzione.

Le ingiunzioni di pagamento, nella specie, risultano notificate in data 5-9-2013 e si riferiscono a diritti camerali relativi agli anni 2002-2007 con la conseguenza che, per i motivi sopra esposti, il diritto è prescritto.

Commissione Tributaria Regionale Abruzzo sentenza n. 345 del 12-04-2018